Dedicato alla bellezza: I prodotti. Le persone. Il pianeta



Essendo un'azienda a conduzione familiare, gestita dalla terza generazione della famiglia, la sostenibilità fa davvero parte della filosofia aziendale di BABOR. L'agenda verde presenta tre temi principali: CO2, imballaggi e ingredienti.

\"\"

Arrivederci CO2


L'obiettivo: non solo compensare la CO2, ma eliminarla del tutto.

Il percorso: la produzione presso la sede centrale di BABOR ad Aachen è neutrale dal punto di vista delle emissioni di CO2 dal 2014 grazie all'utilizzo di elettricità verde, pannelli fotovoltaici e gas naturale ecologico a clima neutro. Dal 2020, BABOR ha deciso di concentrarsi sulla riduzione dell'emissioni di carbonio. In collaborazione con ClimatePartner, BABOR ha calcolato con precisione la propria emissione di CO2. In totale, BABOR compensa 8.050.770 kg di CO2 - questo equivale alle emissioni di CO2 di 2300 voli a lungo raggio da Düsseldorf a New York. BABOR sta compensando le proprie emissioni di CO2 finanziando un parco eolico nelle Filippine. Allo stesso tempo, l'azienda sostiene l'iniziativa attiva a livello mondiale Plastic Bank. Ad Haiti, in Indonesia e nelle Filippine, le persone stanno raccogliendo plastica dalle spiagge e migliorando così il loro reddito. Questa plastica viene riciclata come "Social Plastic", quindi ne derivano nuovi prodotti. Con ogni tonnellata di CO2, BABOR compensa contemporaneamente 10 kg di rifiuti di plastica. Ulteriori informazioni sull'impegno di BABOR con ClimatePartner sono disponibili qui.

BABOR intende concentrarsi ancora di più sulla prevenzione piuttosto che sulla compensazione in futuro. Nel suoi uffici, BABOR sta implementando la tecnologia di sostenibilità e sta risparmiando il 45% di energia utilizzando l'energia geotermica, un'unità combinata di energia termica e elettrica (CHP) alimentata a gas, soffitti di raffreddamento speciali e scambiatori di calore. Il nuovo sito produttivo dell'azienda, il BABOR BEAUTY CLUSTER, sarà ampiamente autosufficiente dal punto di vista energetico. I concetti di mobilità e i programmi di rimboschimento vicino alla sede dell'azienda supporteranno l'azienda nei suoi sforzi.

 

Green Packaging


L'obiettivo: tutti gli imballaggi BABOR dovranno essere riciclabili al 100% e l'uso di plastica ridotto del 30%..

Il percorso: BABOR non utilizza ancora riempitivi di plastica nelle sue confezioni e fa affidamento su carta certificata FSC ogni volta che viene utilizzata. Gli sviluppatori di imballaggi stanno attualmente progettando i primi pacchi con materiali riciclati, dispensando,con avvolgimento in cellophane, i  prodotti ogni volta che è possibile e stanno inoltre creando un nuovo design dei cartoni di spedizione.

 

  

Ingredienti puri

 

L'obiettivo: tutte le formulazioni non contengono particelle microplastiche o polimeri sintetici ecologici. 

Il percorso: tutte le nuove formulazioni sono sviluppate prive di polimeri microplastici e sintetici. Ove possibile, le formulazioni esistenti saranno sostituite con alternative nel corso del rilancio del prodotto entro il 2023. Se necessario, verranno invece utilizzati polimeri che preservano le risorse e che rispettano l'ambiente. Vengono utilizzati solo derivati ​​di olio di palma certificati e anche il loro consumo è ridotto.

 

 

#baborlovesourplanet


Questo ambizioso progetto è supervisionato e coordinato da un Consiglio di sostenibilità intersettoriale. Controlla costantemente i processi e sviluppa iniziative per un lavoro ancora più sostenibile. Questo consiglio è stato istituito nel 2020. Tuttavia, la filosofia sostenibile di BABOR ha una tradizione di oltre 60 anni: BABOR è stata fondata nel 1956 come azienda di "cosmetici naturali biomedici". Il rispetto verso la natura è quindi profondamente radicato nel DNA di BABOR. BABOR è stata una delle prime aziende ad aver mai affrontato questioni come la raccolta differenziata dei rifiuti. Negli ultimi 14 anni, i prodotti sono stati consegnati da un postino "verde": grazie alla collaborazione con DHL, tutte le consegne sono CO2 neutrali. Per distanze più brevi, i dipendenti utilizzano la propria auto elettrica BABOR. BABOR è stata la prima azienda ad Aachen a creare stazioni di rifornimento elettriche per i dipendenti presso la sede centrale dell'azienda e supporta il passaggio alla mobilità elettrica.